Sconto 5% sul primo ordine: iscriviti alla nostra newsletter ed entra nel #clangeorgici Iscriviti ora

Cura delle piante

Oggi vi presento una pianta da appartamento perfetta per qualsiasi esigenza: ottima in ambienti poco luminosi ma anche in zone della casa ben esposte, ricadente rampicante, elegante e piena di segreti, ma soprattutto a bassa manutenzione. Siamo all’interno del genere Philodendron ma forse di lui non avete mai sentito parlare: si tratta del P. brandtianumEcco 4 punti che vi convinceranno a farla diventare parte della vostra giungla di casa 😉
#MakeTheJungle

Il Philodendron brandtianum fa parte dei filodendri ed è anche conosciuto come “filodendro foglia d’argento”, nome che fa intuire perché questa pianta stia diventando sempre più popolare fra le piante d’appartamento.

Variegatura del P. brandtianum

Cura del Philodendron brandtianum

Il filodendro dalle foglie d’argento è piuttosto semplice da coltivare con le giuste accortezze, scopriamo quindi cosa serve 😉

Quale esposizione dare al Philodendron brandtianum

Il Philodendron brandtianum prospera con luce abbondante e diffusa, possibilmente schermata in estate e diretta in inverno. Tollera la scarsa illuminazione ma non crescerà altrettanto bene, mentre la luce diretta danneggerà le foglie.

Che temperatura vuole il Philodendron brandtianum

Il Philodendron brandtianum è una pianta tropicale e, come tale, ama il caldo. Predilige temperature comprese tra i 20 e i 30°C. È molto sensibile al gelo, ma già sotto i 14°C potrebbe iniziare ad avere dei danni, è importante non scendere sotto gli 8-10°C.

Importante è anche tenere questa pianta lontana da termosifoni e condizionatori e, in generale, evitare le correnti d’aria.

Il Philodendron brandtianum ama anche l’umidità, ogni valore superiore al 50% è adatto.

Piante di P. brandtianum

Come innaffiare il Philodendron brandtianum

Durante i mesi freddi bagnare moderatamente, quando i primi centimetri di terreno sono asciutti. Nei mesi caldi invece il Philodendron brandtianum ha piuttosto sete, quindi è importante innaffiarla al bisogno, anche frequentemente, lasciando nel terreno sempre un po’ di umidità.

Sarebbe meglio cercare di evitare di bagnare le foglie durante le irrigazioni, è consigliata la subirrigazione.

Quale substrato scegliere per il Philodendron brandtianum

Morbido e drenante, in vaso usare un substrato specifico per piante da appartamento con inerti drenanti, noi come sempre consigliamo OneOne plus.

Come concimare Philodendron brandtianum

In primavera e in estate usare del concime per piante verdi nell’acqua di bagnatura, un paio di volte al mese. Nei mesi freddi ridurre la frequenza ma non sospenderla.

Concime Cifo per piante verdi

Quando rinvasare il Philodendron brandtianum

Il Philodendron brandtianum generalmente richiede il rinvaso ogni 2-3 anni in un terreno fresco e ben nutrito. Se si riconoscono le casistiche delle quali vi abbiamo parlato in questo articolo, potrebbe essere indicato anticipare il rinvaso.

Come propagare il Philodendron brandtianum

Questa pianta si può propagare mediante talea o margotta aerea. Le talee cresceranno in modo più semplice in acqua.

Come e quando potare il Philodendron brandtianum

Il Philodendron brandtianum non è una pianta che richiede grandi opere di potatura, sarà sufficiente rimuovere spesso foglie e steli morti o morenti. Volendo si può anche mantenerla pulita e compatta attraverso delle potature annuali, evitando però di svolgere operazioni troppo invasive in un una sola volta o la pianta potrebbe andare in una sorta di shock.

Parassiti e malattie del Philodendron brandtianum

Raramente può essere oggetto di attacchi da parte di acari, in questo caso consigliamo di intervenire in modo naturale: 10 ml di Ottomix Oil, 10 ml di Propoli e 200 ml di Estratto di ortica in un litro d’acqua.

Il Philodendron brandtianum non è pet-friendly

Il Philodendron brandtianum contiene un composto nome come ossalato di calcio che la rende tossica (se ingerita) per i nostri amici a quattro zampe e per gli umani stessi.

Foglie del Philodendron brandtianum

Problematiche del Philodendron brandtianum

Le foglie ingialliscono

Questa problematica potrebbe essere il segnale che la pianta ha bisogno di più luce.

Foglie basali ingiallite

Le punte delle foglie imbruniscono

L’umidità potrebbe essere troppo bassa, è consigliato controllare che nell’ambiente si raggiunga almeno il 50% di umidità.

Punte imbrunite causate dall’aria secca

Le foglie cadono o si arricciano verso l’interno

Questi sono sintomi di scarsità d’acqua, è quindi necessario aumentare le bagnature, oppure potrebbe trattarsi di un eccesso di fertilizzazioni.

Le foglie diventano gialle

Le foglie gialle generalmente indicano un problema con l’eccessiva irrigazione, ma possono esserci altre cause come la mancanza di drenaggio nel terreno.

Un altra causa potrebbe essere l’eccesso di luce.

Macchie fogliari

Macchie marroni, gialle o nere sulle foglie sono un segno che solitamente indica troppa acqua sulle foglie o la mancanza di un ricircolo d’aria ideale, oppure l’irrigazione irregolare.

Conosciamo il Philodendron brandtianum

Esempio di foglia arricciata

La pianta di Philodendron brandtianum è una pianta d’appartamento sempreverde e rampicante. Molto decorativa, sviluppa fusti sottili, radici aeree e grandi foglie a forma di cuore, di colore verde oliva, spruzzato d’argento. Le foglie sono mediamente grandi da 10 a 17 cm, fino a raggiungere i 30 cm circa a piena maturità. Può essere utilizzata come ricadente o fatta arrampicare su tutori, rendendola un ottimo elemento d’arredo. La pianta raggiunge dimensioni che vanno dal metro al metro e mezzo in appartamento, mentre in natura possono essere molto più grandi.

Il Philodendron brandtianum può crescere in tre forme:

  1. epifita – per sfruttare le aree sopraelevate della foresta dove è più facile avere luce ed umidità extra;
  2. sul terreno – dove però la competizione per i nutrienti, l’acqua e l’aria è più dura;
  3. emiepifita – quando i filodendri crescono come epifite, una volta raggiunta una certa dimensione, inviano radici aeree verso il basso, fino a che queste non toccano il terreno dove possono assorbire nutrienti e acqua.

Come rampicante può essere fatta crescere su un supporto, ideali in questo caso sono i pali muschiati, dei quali vi avevamo già parlato in questo articolo.

Foglia giovane di P. brandtianum

Descrizione tassonomica

Fa parte della famiglia delle Araceae.

Habitat

Foreste pluviali tropicali dell’America centrale e meridionale e delle Indie Occidentali, dove vivono all’ombra di alberi più grandi.

Curiosità

Il particolare nome di “Philodendron brandtianum” fu dato a questa pianta nel 1913 da Kurt Krause (1883-1963).

Condividi questo articolo

Articoli correlati