I bulbi autunnali sono organi di propagazione vegetativa, non sessuali, che fioriscono durante la stagione primaverile. Si chiamano autunnali perché necessitano di essere messi a dimora in autunno, in modo che durante l’inverno possano sviluppare delle buone radici e immagazzinare il giusto nutrimento per produrre fiori, superando il freddo e il gelo al fine di ottenere piante sane e ben fiorite in primavera.  Il loro aspetto ricorda un cipollotto.

Puoi trovare i bulbi autunnali sul nostro e-shop cliccando qui, visita la pagina e sbizzarrisciti!

 

Se ti serve un trapiantatoio per mettere a dimora i tuoi bulbi clicca qui per acquistarne uno!

 

Il periodo ideale per piantumare i tuoi bulbi va dalla seconda metà di settembre alla prima metà di novembre, facendo attenzione che le temperature siano al di sotto dei 10°C. Se si è troppo in anticipo, le piante bulbose possono germogliare precocemente ed il gelo brucerà i germogli, con seguente perdita dei fiori in primavera.

La maggior parte delle piante bulbose ha bisogno di luoghi luminosi e abbastanza soleggiati. Anche per i bulbi in vaso, ricordati di posizionarli  in un posto dove siano raggiunti dal sole almeno per alcune ore del giorno.

Spesso le piante bulbose producono delle strutture chiamate bulbilli che si staccano dalla pianta madre e hanno funzione di propagazione. Il bulbo madre può continuare a vivere oppure dissolversi durante la fioritura.

TERRENO

I bulbi hanno bisogno di un substrato soffice per produrre meglio i loro germogli. Alla terra mescola delterriccio universale e della sabbia, per favorire il drenaggio dell’acqua. In primavera aggiungi anche del concime granulare a lento rilascio per garantire la presenza di minerali sino alla fine della fioritura oppure utilizza un concime liquido specifico per le bulbose.

Quando il prof_bulbiterreno è molto soffice puoi posizionare in terra i bulbi facendo attenzione a distanziarli fra loro almeno il doppio del loro diametro poiché un contatto potrebbe causare marciumi radicali. Devono essere inseriti ad una profondità pari a 2 volte la loro lunghezza, quindi i più piccoli restano più in superficie e quelli più grandi vanno piantati più in profondità (vedi figura). Se pianti un bulbo alto 3 cm, il suo apice (parte superiore) sarà 3 cm sotto il terreno. Ricordati che la parte più appuntita del bulbo va rivolta verso l’alto, la parte più tondeggiante, viceversa, va orientata verso il basso.

Alcune bulbose sono molto delicate e sopportano a fatica il gelo e per aiutarle puoi pacciamare la superficie del terreno con paglia o foglie secche.

 

 

 

MALATTIE

In genere è molto importante prevenire le malattie fungine, causate da eccessivi ristagni d’acqua, che portano al marciume radicale e alla morte della pianta.

AIUOLE

Puoi utilizzare i bulbi per colorare il tuo giardino, cercando di non accomodarli con troppa regolarità per non ottenere un insieme artificioso. I bulbi a fioritura primaverile possono avere periodi di vegetazione diversi, che partono da fine inverno alla primavere inoltrata. È quindi opportuno organizzare la piantumazione in modo da avere delle aiuole sempre ben fiorite, calcolando il periodo di fioritura.

Nel caso tu voglia mescolare generi diversi, mescola i bulbi prima della piantumazione per ottenere un effetto spontaneo.

Alcune di queste piante necessitano di supporti per resistere al vento e alle piogge, generalmente sono quelle alte e dai fiori molto grandi.

Se vuoi approfondire leggi i nostri articoli su NARCISI E TULIPANI e su CROCUS, IRIS E GIACINTI.

Non ti resta che iniziare a comporre la tua aiuola, a primavera i colori di questi fantastici fiori ti lasceranno a bocca aperta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *