CHAENOMELES JAPONICA

La Chaenomeles japonica, detto “cotogno giapponese” o “fior di pesco”, è un arbusto di medie dimensioni a foglia caduca, proveniente dalla Cina e dal Giappone, molto gradito per la sua fioritura precoce e molto colorata.

 Qui puoi trovare la Chaenomeles japonica!

È costituita da fusti eretti poco ramificati, leggermente spinosi con corteccia verde- marrone e liscia.

Le sue foglie crescono dopo la fioritura e appena spuntate sono di color brunastro mentre con la crescita diventano color verde brillante.

Dalla fine di Marzo produce fiori di color rosa- rosso- arancione che sbocciano per un paio di mesi e ricordano molto i fiori dei meli. Sbocciano in piccoli grappoli, sparsi lungo i rami privi di foglie.

In autunno la Chaenomeles produce piccole mele gialle o rosse, commestibili ma preferibilmente precotte, infatti sono generalmente utilizzate per la preparazione di marmellate e conserve dal gusto molto amaro.

chaenomeles-x-superba

Raggiunge i 2 metri di altezza e 1,20 metri di larghezza.

Può essere utilizzato in giardino e in vaso come esemplare singolo o in gruppi.

Gli abbinamenti consigliati sono con la Forsizia che fiorisce nello stesso periodo, con bulbi di piccole dimensioni e con erbacee da fiore o sempreverdi di media taglia.

È adatto alla creazione di bonsai.

ESPOSIZIONE: La Chaenomeles japonica  gradisce una posizione soleggiata o a mezzombra e può vivere all’aperto per tutto l’anno.

TEMPERATURA:  è una pianta molto rustica e può tollerare il freddo sino a -10°C, tollera bene il caldo intenso e i venti non salmastri. Non necessita di coperture durante l’inverno.

TERRENO: la Chaenomeles japonica preferisce un terreno fertile e ben drenato ma può adattarsi a tutti i substrati.

ACQUA: Necessita di annaffiature medie nel periodo primaverile ed estivo, mentre in inverno necessita di meno acqua.

L’esemplare in vaso va annaffiato quando il terreno è asciutto.

CONCIME: si consiglia una concimazione universale in autunno e in primavera.

2723abb7fae0541649a31d9f97748638

POTATURA: la Chaenomeles va potata ogni anno a fine fioritura, per evitare uno sviluppo intricato e denso, vanno eliminati i rami più interni, che ricevono meno sole e quindi fioriscono di meno, i rami rovinati, i rami sottili e vecchi e va cimata la vegetazione per compattarla.

MESSA A DIMORA: essendo coltivata in contenitori può essere messa a dimora in qualsiasi periodo dell’anno.

RIPRODUZIONE:  la sua propagazione può avvenire per seme, prelevandolo dal frutto maturo a fine inverno e seminato in primavera, oppure per talea, a fine estate.

PARASSITI E MALATTIE:  la Chaenomeles japonica  può essere attaccata dalla ticchiolatura e dalla monilia, che fanno seccare fiori e foglie e portano alla formazione di cancri rameali. Con gli sbalzi di umidità si può formare l’oidio, che si può curare con prodotti fitosanitari specifici.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *