CINNAMOMUN CAMPHORA – CANFORA

La pianta di Cinnamomun Camphora è un albero della famiglia delle Lauracee, sempreverde  e originario dell’Asia,  che può raggiungere i 20 e i 35 metri di altezza. Questo maestoso albero ha fusto eretto e chioma tondeggiante, densa e molto ramificata.

 

Qui puoi acquistare la tua pianta di Cinnamomun Camphora o Canfora!

 

La sua corteccia è solcata da profonde fessure ed è di color grigio-marrone. Le sue foglie sono ovali, dal color verde scuro e appuntite.

I suoi fiori, che spuntano in primavera, sono raccolti in spighe, piccolissimi e dal color bianco. A seguito dell’infiorescenza, la pianta produce piccole bacche tondeggianti di color rosso, che nello stadio di maturazione

albero-della-canfora_ng3

assumono il colore nero.

Tutte le parti della pianta contengono l’olio di canfora, che un tempo veniva estratto per essere

utilizzato in erboristeria  e anche come rimedio per allontanare gli insetti.

L’assunzione eccessiva, per l’uomo, può risultare tossica.

 ESPOSIZIONE: la Canfora gradisce posizioni soleggiate o parzialmente all’ombra.

TEMPERATURE: questa pianta è definita rustica, infatti può sopportare il freddo e anche lunghi periodi di siccità. L’esposizione al freddo per un lungo periodo può compromettere i germogli primaverili.

canfora

ANNAFFIATURE: gli esemplari giovani vanno annaffiati con regolarità, mentre gli esemplari adulti non necessitano di annaffiature, tranne quando il terreno risulti completamente asciutto.

TERRENO: la Canfora gradisce terreni freschi e sciolti, con una particolare attenzione al buon drenaggio, poiché soffre particolarmente i ristagni idrici; puoi favorire il drenaggio aggiungendo della sabbia o della pietra pomice, quando metterai a dimora la pianta.

CONCIMAZIONE: si consiglia la somministrazione di concime a lenta cessione quando la pianta viene messa a dimora e nelle stagioni primaverili ed autunnali.

MOLTIPLICAZIONE: la moltiplicazione della Canfora può avvenire per seme o per talea semi-legnosa, in estate.

PARASSITI E MALATTIE: essendo un esemplare rustico, difficilmente viene attaccata da parassiti o malattie.

CURIOSITA’: in alcune zone del mondo è bandita la messa a dimora della Canfora, questo poiché i suoi semi sono particolarmente fertili e si corre il rischio che la pianta diventi infestante.

L’olio di Canfora ha proprietà stimolanti sul sistema circolatorio e azione tonificante; È un antinfiammatorio, efficace per traumi, dolori e strappi muscolari; ha azione balsamica e può aiutare in condizioni di raffreddamento, agendo come decongestionante sulle vie respiratorie. È anche un ottimo antiparassitario che tiene lontano insetti come tarme, moscerini e mosche.

L’ingestione eccessiva delle bacche della Canfora da parti di animali può compromettere la fertilità degli stessi causando quindi sterilità.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *