Cosa fa il giardiniere nel mese di dicembre

Ed eccoci arrivati a dicembre, mese tanto amato e tanto temuto: se a novembre infatti il freddo era solo accennato, a dicembre si fa molto pungente!

Se paragonati ad altri periodi, i lavori del giardiniere nel mese di dicembre non sono molti: puoi impiegare però il tuo tempo per dedicarti ai lavori in interno. In questo periodo, più che in altri, è infatti possibile abbellire la casa in modo originale. Bastano due passi in giardino per trovare ispirazione… un poco di edera, qualche ramoscello di agrifoglio, rami di abete, due pigne, bacche di Rosa Canina o di Gaultheria ed altro ancora: sono tante le varietà invernali con cui è possibile creare ghirlande ed addobbi natalizi di grande effetto!

Ma veniamo ora al lato pratico: ecco quali sono i lavori nel giardino e nell’orto a dicembre!

 

La manutenzione del prato

Il prato non ha bisogno di particolari cure, presta solo attenzione a rimuovere le ultime foglie. Nel periodo delle gelate inoltre, o in caso ci fosse neve, sarebbe opportuno evitare di calpestarlo, per ridurre al minimo il pericolo che si sviluppino malattie fungine. Ne parliamo in questo articolo.

 

Piante e fiori, aiuole e cespugli

Anche se certamente l’avrai già fatto nel mese di ottobre, ti ricordo che è indispensabile proteggere le piante che non tollerano il gelo. Tra queste vi sono i rosai, che oltre al freddo malsopportano anche il sole invernale: opta per alcuni rami secchi oppure utilizza le protezioni apposite (tessuto-non-tessuto, teli per pacciamatura, coperture di cocco/juta).
Nel caso tu abbia potato inoltre ti consiglio di proteggere i tagli da potatura con gli appositi prodotti.

Se sei amante della Forsythia e del Ligustro ho una buona notizia per te: è questo il momento giusto per preparare le talee! Procedi semplicemente in questo modo: attendi una giornata senza gelate ed infila nel terreno dei piantoni lunghi 20 cm. Fatto!

Le piante in vaso già riparate per l’inverno vanno annaffiate con molta parsimonia, e per quelle in giardino procedi con la stessa cautela: ad esempio, per prevenire che il bambù secchi, innaffialo pure, ma esclusivamente in giornate prive di gelate.

Ultimo consiglio: in caso dovessero esserci forti nevicate ricordati di scuotere con la scopa i rami delle sempreverdi, in modo che non soffrano sotto il peso della neve.

 

L’orto e gli alberi da frutto

Raccogli le carote, il sedano e le rape rosse. Queste ultime sono ottime in forno: navigando in rete ho trovato questa ricetta e te la consiglio vivamente!

È ancora periodo per i cavoletti di Bruxelles, il songino, il cavolo nero ed i porri: per assicurarti di raccoglierli durante tutto l’inverno proteggi i filari dal gelo, utilizzando delle foglie secche o degli sterpi.

Arance, mandarini, clementine e i limoni sono nel pieno della raccolta, soprattutto al sud. Al nord ed al centro si accorgono anche le olive.
Gli agrumi vanno raccolti quando il tempo è asciutto, dopo che anche la rugiada della notte si è asciugata. Fai attenzione: taglia il peduncolo in modo che la rosetta resti attaccata al frutto, solo le clementine possono essere raccolte a strappo! Ricorda inoltre che arance e mandarini non proseguono la maturazione dopo essere staccate dalla pianta, per cui raccoglili solo a piena maturazione.

Come già anticipato a novembre, per proteggere gli alberi da frutta è prassi dare una mano di calce sui tronchi, in modo che durante le gelate non si creino fessure, pericolose per la salute della pianta.
Un’ultima cosa: visto che gli alberi hanno ormai perso le foglie, è questo il momento migliore per andare alla ricerca di eventuali parassiti e prendere le giuste misure per debellarli.

 

Se infine ami gli animali, non c’è momento più indicato di questo per installare una mangiatoia (o un dispenser) per gli uccelli che visitano il tuo giardino: se infatti esso offre ai nostri amici cibo in abbondanza per tutto l’anno, ciò non accade in presenza di neve, o semplicemente quando gela.
Un miscuglio di semi vari (girasole, miglio, …), fiocchi d’avena, crusca ed uva passa sarà apprezzatissimo sia da onnivori che granivori.

Osservare il proprio giardino mentre è popolato da passeri, fringuelli, cinciallegre, pettirossi e merli è un vero spettacolo: un vero giardiniere non se lo perderebbe per alcun motivo al mondo!

 

Immagine “Orange On Tree” di satit_srihin su freedigitalphotos.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *