Cosa fa il giardiniere nel mese di settembre

È passata la calura di agosto! Il mese di settembre segna il passaggio dall’estate all’autunno ed ogni buon giardiniere lo sa: come ogni fase di transizione, si tratta un momento in cui l’orto ed il giardino necessitano di particolari accorgimenti.

La raccolta delle erbe aromatiche e degli ultimi ortaggi estivi deve avvenire per tempo, in contemporanea con la preparazione del terreno per le colture autunnali, invernali e primaverili.

 

La manutenzione del prato

Per quanto riguarda il prato siamo quasi a fine corsa: ancora un piccolo sforzo e poi potrai lasciarlo riposare – o quasi 😉 – fino a primavera.
Puoi ancora riseminare le zone del prato messe a dura prova dai caldi estivi, ma ricorda di farlo nella prima metà del mese: nella seconda metà di settembre infatti è un po’ tardi.

Continua ad eliminare manualmente le erbe infestanti e, verso la fine del mese distribuisci un concime autunnale specifico per il prato.

 

Piante e fiori, aiuole e cespugli

Nel mese di settembre è ancora possibile potare le conifere.
Allo stesso modo puoi potare le rose rampicanti: elimina i rami vecchi/rovinati e lega quelli vigorosi, per favorire nuovi germogli.
Lega le piante ad alta vegetazione per proteggerle dai temporali autunnali.

Se le aiuole sono rimaste spoglie puoi completarle scegliendo varietà di piante a fioritura invernale e primaverile.
Per le bordure scegli tra le perenni dalla fioritura tardiva: Rudbeckia, Aster frikartii Monch ed Echinacea piante tra l’altro particolarmente resistenti al mal bianco.
Se possiedi crisantemi, rinvasali o posizionali in grandi cumuli di terra.

Per quanto riguarda i bulbi puoi già iniziare piantare quelli a fioritura primaverile: per bordure e fioriere scegli narcisi di varietà nane come la Tete-a-Tete.
Impianta giacinti da esterno in fioriere in numero di 3 o 5 per vaso, e pianta il giacinto a grappolo della varietà Muscari Latifolium, in strisce che daranno nastri blu in primavera.
Altri fiori stupendi da impiantare ora sono le Violacciocche ed i Nontiscordardime.

É inoltre il momento di togliere dal terreno bulbi e tuberi estivi come gladioli, calle, begonie, dalie: non sono infatti resistenti al gelo ed oltretutto saranno ormai sfioriti.

 

L’orto e gli alberi da frutto

Settembre è ancora un mese di trionfo per la raccolta delle ultime verdure estive: zucchine, peperoni e melanzane possono dare ancora molto, ovviamente se le condizioni meteo lo permettono.
Per quanto riguarda i pomodori, raccoglili tutti entro la fine del mese: quelli verdi possono essere lasciati a maturare in un sacchetto di carta con all’interno una banana.
Raccogli anche le aromatiche e falle essiccare per un utilizzo futuro.

É possibile seminare lattuga, rucola, ravanelli , spinaci, radicchio, scarola, invidia, cavolo verza ed anche carote, cipolle, cime di rapa e bietole.

Le cipolle ornamentali creano delle bellissime piante da fiore, sceglile per adornare le aiuole.
I bulbi di aglio inoltre sono utilizzati per creare nelle aiuole zone con sgargianti colori porpora: si tratta delle varietà Purple Sensation (fioritura ad inizio estate) e  Sphaerocephalon (per goderne in tarda estate).

Se possiedi alberi da frutto, ecco arrivato il momento di raccogliere l’uva, i primi fichi, le more, le mele e le pere.
Nel caso di cespugli di mirtillo: taglia i rami che hanno fruttificato e lega i nuovi su fili di supporto.

Se infine disponi di terreno nudo sappi che è buona pratica seminare essenze leguminose, anche al solo scopo di eseguire un sovescio.

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *