Macchie marroni sulle foglie: cosa sono?

Quando il fogliame di una pianta si deforma o si macchia di marrore o altri colori, identificare le cause non è sempre semplice: potrebbe soffrire di una o più delle numerose malattie che colpiscono il fogliame, oppure la chiazzatura potrebbe essere stata provocata da qualcosa accaduto nelle immediate vicinanze.

 

Cause naturali

Può avvenire che le foglie siano stranamente chiazzate per propria natura o anche che le macchie compaiano con il succedersi delle stagioni: a fine estate e in autunno le foglie decidue, prima di cadere, subiscono infatti grandi variazioni a livello ormonale (a questo è dovuto il mutare della loro colorazione).
Tuttavia, vere e proprie macchie sono causate da problemi fungini, mentre altre modificazioni dannose del fogliame si possono attribuire a cause esterne. Molte volte è necessario, di conseguenza, provvedere sia a un trattamento fungicida sia alla modifica della causa primaria del problema.

 

Chiazze fogliari non causate da funghi

Quando più di una pianta è colpita dal problema è poco probabile che la sia colpa di un’infezione da fungo.
Le cause possono invece essere molto più semplici: gocce di acqua calda, schizzi di vernice o disinfettante, concime oleoso o in granuli rimasto in qualche fessura del fusto e perciò non disciolto a suo tempo.
Altre possibili spiegazioni includono l’uso di pesticidi tossici per una particolare specie o dosati in maniera sbagliata.

 

Cause fungine

Non è facile diagnosticare tali problemi: quando è necessario preoccuparsi? Quando una macchia è davvero tale e non è, ad esempio, una pustola?
Le macchie di solito sono piccole e tondeggianti e spesso sulle piante ornamentali esse possono essere ignorate in quanto non le danneggiano molto da un punto di vista estetico.
Quando noti le macchie però controllale spesso, in modo da monitorarne la diffusione e, quindi, intervenire prima che il problema si aggravi.

Cetrioli e meloni ad esempio sono attaccati dal Colletotrichum lagenarium che causa macchie quasi trasparenti che seccano e diventano di color marrone-rossicio.

[box type=”info”]

Come si diffondono i funghi?

Le malattie fungine si propagano a causa della dispersione delle spore in sospensione nell’aria, che poi si fissano sul terriccio o su parti danneggiate della pianta. 
L’igiene è perciò molto importante: una buona ventilazione è sempre utile e l’aria deve essere rigorosamente fresca, mai calda o afosa.
Alcuni funghi che causano le macchie fogliari inoltre si diffondono anche a causa di semi già contaminati.

[/box]

Come regola generale ricorda questo: le foglie sono la via attraverso cui gli elementi essenziali (aria, luce, umidità) raggiungono la pianta. Se la loro efficienza è ridotta, la pianta può risentirne.
La varietà dei funghi che possono causare problemi – senza contare poi anche alcuni tipi di virus e batteri che causano chiazze al fogliame – è tale che i provvedimenti da adottare possono essere indicati solo in generale. Ogni fungicida infatti sarà efficace solo per un determinato problema, ed inutile per qualsiasi altro.

Qualche vivaista ritiene che un trattamento fungicida preventivo possa essere risolutivo, ma ci sono delle eccezioni.
Sulla clivia ad esempio le macchie fogliari appaiono come chiazze rosse e, se associate ad eccessive annaffiature, possono addirittura causare la morte della pianta. In questo caso nessun trattamento fungicida può risolvere il problema; tuttavia esso può certamente essere prevenuto con un poco di buon senso.

 

Come utilizzare il fungicida

I fungicidi sono nella maggior parte sistemici e vengono assorbiti dal sistema linfatico della pianta: se il principio attivo è adatto, un fungicida sistemico è quindi in grado di scongiurare nuove infestazioni per un tempo considerevole (solitamente indicato in etichetta).

Al primo segno di attacco elimina con cura il marciume e quindi irrora con il preparato più adatto.
Se il problema riguarda una specie commestibile verifica che il prodotto sia utilizzabile e rispetta sempre con molta attenzione l’intervallo di tempo indicato sulla confezione, altrimenti i funghi svilupperanno facilmente una certa resistenza al principio attivo.

Infine un’iltima raccomandazione: fai molta attenzione alle dosi anche nel caso decidi di utilizzare fungicidi naturali, che in certi casi possono risultare comunque tossici.

16 commenti per “Macchie marroni sulle foglie: cosa sono?

  • Stefania

    Buonasera volevo chiedere come mai la mia mangiafiFumo presenta delle chiazze di colore marronesulle foglie non sulle punte… Sono disperata come devo risolvere?

    Rispondi
    • Le Georgiche

      Ciao Stefania, la mangiafumo non teme particolari parassiti, eccezion fatta per la cocciniglia cotonosa (che però noteresti) oppure alcuni parassiti funginei che possono macchiare le foglie. Se ti è possibile mandami una o più immagini per email all’indirizzo che trovi nei contatti. oppure in whatsapp al 348 99 71 096 Grazie del contatto

      Rispondi
  • Laura

    Ciao, da una settimana ho comprato la pianta curcuma quella con fiori eosa. È posizionata ail pianeeottolo della scala al riparo da corrente e sal sole. Però ora ho notato chw si stanno formando macchie marroni sulle foglie. Cosa vuol dire? Ti invio anche una foto su watsspp. Grazie. LAURA

    Rispondi
  • Alice

    Buongiorno
    Volevo chiederle come mai nelle mie piante di memta e melissa sulle foglioline si stanno formando le macchie marroni e sia le foglie e il fusto si stanno colorando di vola-marrone.
    È un problema di funghi?

    Rispondi
  • Valentina

    Salve, scrivo perchè da qualche giorno la mia Carissa grandiflora fa boccioli che però seccano prima di diventare fiori, e presenta delle striature marroni su alcune foglie, inoltre le foglie nuove mi sembrano un po’ accartocciate. Ho pensato potesse derivare dalla terra accumulata sulle foglie a causa di lavori che stanno facendo davanti alla mia abitazione, ma anche dopo averle lavate non è cambiato niente. Da cosa potrebbe dipendere e cosa posso fare?
    grazie

    Rispondi
    • Le Georgiche

      Buongiorno Valentina, come puoi immaginare sono molteplici i fattori che possono causare questi sintomi. Non avendo visto il problema, da come lo descrivi, ti direi in prima istanza di:
      – assicurarti che la pianta venga concimata regolarmente (soprattutto se in vaso)
      – controlla che le bagnature vengano eseguite lontane dalle ore di luce per evitare bruciature (effetto lente)
      – verifica che non ci siano parassiti sulle foglie
      Importante: in questi periodi di forte stress per elevate insolazioni e temperature è consigliabile fare un paio di somministrazioni con questo prodotto che è un rinvigorente e fitostimolante: http://www.venditapianteonline.it/shop/concimi/granverde-oro-10-ml/
      (una bustina ogni 1,5 lt acqua)

      Credo che con questi accorgimenti e il progressivo abbassarsi delle temperature tutto torni nella norma.

      fammi sapere come evolve la situazione, un saluto

      Rispondi
    • Sebastiano Guarisco

      Ciao Carmen,
      di solito sulla gerbera questo problema indica marciume radicale. Puoi risoverlo con un apposito prodotto anche se spesso è troppo tardi.
      Bagna con meno frequenza e solo quando il terreno si asciuga bene, inoltre verifica che non ci siano ristagni idrici e che ci sia un buon drenaggio
      cordiali saluti

      Rispondi
  • Antonia DuBois

    Buonasera, volevo chiedergli dell’albero fico, dunque ho comprato quest’albero fico che era verde… una volta che l’ho portato a casa l’ho lasciato fuori nel vaso dopo due giorni ha piovuto ed ho notato delle macchie marroni sulle foglie, e pian piano cadono non capisco il motivo. so che quando l’ho traspiantato ho notato che non aveva terreno.Io ho pensato che forse questo era il problema.. penso che lei mi puo` dare meglio consigli . La ringrazio

    Rispondi
  • Virginia

    Buongiorno, il mio fico all’improvviso gli cadono le foglie e i frutti, mi sono accorta che ha delle piccole macchie marroni sulle foglie, cos’è? Come posso curarlo?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *