Peperomia, la pianta dai mille volti

Acquista qua la tua Peperomia

Onnipresente, la si può trovare ovunque, forse non l’avrete mai nominata, forse non l’avrete mai cercata e forse non ne avrete neanche mai sentito parlare.

Eppure potete star certi che lei ha visto voi, probabilmente ben più di una volta. La Peperomia è quel tipo di pianta che può manifestarsi ovunque. Se in un noto film si temeva il grande occhio scrutatore, noi possiamo tranquillamente temere l’insinuarsi di questa piccola spia. Certo, lei non trama nell’ombra (per quanto ne sappiamo almeno) e non ci attaccherà in modo plateale, però sicuramente ha una rete di diffusione davvero capillare che la porta ad essere presente praticamente sempre.

Pensate infatti che si contano più di 1600 specie di Peperomia conosciute!

Pronti?

 

Peperomia

La Peperomia è la pianta ideale anche per i pollici più neri, infatti grazie alla sua altissima tolleranza e alla sua forza può diventare l’alleata perfetta anche per chi con le altre piante si è trovato in difficoltà. È inoltre una pianta molto ornamentale ed essendocene tante varianti riesce ad avvicinarsi ai gusti anche dei più esigenti.

Le foglie possono essere lisce o ruvide, possono variare di tonalità passando dal verde al rosso al grigio e perfino al viola. Possono essere a forma di cuore o ovali, variegate o no, insomma, per ogni gusto c’è la Peperomia giusta!

Come vi anticipavamo prima ci sono tantissime specie di Peperomia, più di 1600, tutte sempreverdi, qualche volta succulente. Si sviluppano nelle aree tropicali e subtropicali delle regioni di più o meno tutto il mondo, in habitat anche molto vari fra loro, dalle foreste ad alta quota a condizioni quasi desertiche.

Sono in grado di assorbire l’aria dall’atmosfera attraverso le foglie, accumulandola al loro interno mediante apposite celle deputate a tale funzione.

 

Prendersi cura della Peperomia

Che la Peperomia sia super resistente e in grado di allearsi anche coi pollici più neri l’abbiamo capito, ma quali sono gli aspetti a cui comunque prestare attenzione?

Luce

Per mantenere i colori vivi e tanto particolari delle loro foglie necessitano di una buona dose di luce, si accontentano però facilmente. Infatti andrà loro bene sia la luce naturale filtrata, sia 12/16 ore di luce artificiale. Se per caso doveste vederle perdere foglie o colore sappiate che magari è il caso di esporle ad un po’ più di luce. Nonostante ciò possono essere annoverate tra piante adatte a zone delle nostre case poco esposte dal punto di vista luminoso.

Acqua

Non necessitano di molte innaffiature per mantenersi sane, questo perché la Pepromia è in grado di assorbire acqua dall’atmosfera e conservarla all’interno delle sue foglie carnose. Come regola generale c’è quella di attendere che il terreno sia superficialmente (1-2cm) asciutto prima di proseguire con la seconda bagnatura. È consigliabile, in caso di dubbio sul darle altra acqua o meno, evitare andando a limitare così anche problematiche come il marciume radicale. Personalmente tratto le peperomie dando da bere solo a terreno completamente asciutto, con ottimi risultati.

Terreno

Molte Peperomie crescono come epifite in natura (ciò significa che non affondano le radici nel terreno ma si arrampicano su altre piante). Per questo il terreno ideale imita un po’ le sue condizioni naturali: acido e grossolano. Un buon terreno potrebbe essere quello studiato per le orchidee, essendo anche loro epifite. In mancanza di quello possiamo utilizzare un terreno per piante in vaso come Florenpot che annovera nella miscela molte parti grossolane in pomice, assicurando un corretto drenaggio ed equilibrio aria/acqua nel substrato.

Temperature

La temperatura è, se si vuol dire, il tallone d’Achille della Peperomia. Essendo comunque una pianta tropicale non sopporta temperature rigide, non si trova infatti a suo agio sotto i 10-15°C. Predilige ambienti caldi ed umidi, in particolar modo in estate quando è maggiormente attiva a livello di crescita. È una buona pratica quella di vaporizzarla durante i mesi più caldi se non vi fosse possibile portarla all’aperto. Intesa come pianta da interno saremo sicuri di darle sempre il giusto range di temperatura (18-20°C).

Concimazione

Anche qua la Peperomia non ci chiede molto impegno, anzi, si può dire che proprio non lo richiede. Essendo una pianta epifita a lenta crescita non necessita di molto nutrimento per poter sopravvivere, i problemi che potrebbe mostrare sono per lo più causati da acqua e luce e molto difficilmente da una scarsa nutrizione. Per questi motivi la Peperomia può vivere tranquillamente senza mai essere concimata.

Se però volete proprio aiutarla potete somministrarle, ogni 2-3 mesi e soltanto durante primavera ed estate, un po’ di fertilizzante miscelato all’acqua d’irrigazione.

Propagazione

Grazie alla sua natura che la lega a doppio filo con le succulente, la Peperomia ha una semplicità di propagazione notevole, in particolare basterà:

  1. Tagliare la foglia con un centimetro di stelo dalla pianta madre in primavera e poi impiantare lo stelo in un piccolo contenitore con del terriccio;
  2. Mantenere il terreno costantemente umido (un consiglio utile è quello di coprire il contenitore/vaso con una sorta di “campana di vetro” o comunque un altro materiale trasparente che permetta alla luce di arrivare allo stelo ma al contempo trattenga l’umidità all’interno);
  3. Le radici si formeranno nel giro di qualche settimana e saranno pronte per essere trapiantate nel loro vaso permanente.

Malattie

La Peperomia è in linea di massima molto resistente alle malattie. Però ci sono dei nemici abbastanza audaci da riuscire ad arrecarle dei danni. Il nemico più conosciuto è il Pythium, un fungo che può causare marciume radicale. Anche la cocciniglia può risultare piuttosto insidiosa, ma coi prodotti giusti sarà possibile sconfiggerla.

Tossicità

La Peperomia ve lo abbiamo detto, non trama nell’ombra, questo la porta ad essere amichevole anche con i nostri compagni a quattro zampe. Non è un pianta tossica, tanto che in alcune zone dove cresce spontaneamente viene consumata dalla popolazione locale (nonostante non sia considerata una pianta commestibile).

 

Cosa ne dite? La Peperomia è riuscita a convincervi? Siamo sicuri di sì!

Acquistate la vostra Peperomia dal nostro super vivaio online!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *