Sconto 10% sul primo ordine: iscriviti alla nostra newsletter ed entra nel #clangeorgici Iscriviti ora

Piante da esterno

Da maggio fino all’autunno i suoi fiori di un colore brillante ci danno il benvenuto nel mondo della Potentilla fruticosa.

Questo arbusto va dai 30 ai 90 cm di altezza ma anche se è piccolina sa farsi rispettare grazie al suo forte impatto ornamentale.

I suoi bassi profili si prestano bene alle bordure, mentre la colorazione audace attira l’attenzione ovunque si scelga di posizionarla!

Le Potentille sono piante poco impegnative ma gratificanti per i luoghi soleggiati.

Cura della Potentilla arbustiva

La Potentilla è un arbusto che necessita di una bassa manutenzione e che, una volta stabilito, ne richiede ancora meno 😉

Esposizione

La Potentilla ama il pieno sole e ed in generale le zone molto luminose, tollera anche posizioni di mezz’ombra.

Temperatura

È molto resistente al freddo, arrivando a tollerare minime di -15°C.

Bagnature

Per incoraggiare una forte crescita delle radici è importante mantenere la Potentilla ben irrigata durante il suo primo anno. Dopodiché la pianta è abbastanza robusta da tollerare la siccità, ma apprezzerà l’irrigazione in condizioni particolarmente siccitose.

Per evitare vari problemi di salute alla pianta è consigliato annaffiare solo le radici e il terreno invece di bagnare tutta la pianta. Il fogliame umido e le foglie possono causare problemi se non riescono ad asciugarsi completamente.

Substrato

Predilige terreni umidi, fertili e ben drenati ma si adatta bene ad ogni tipo di terreno.

Concimazione

Non è molto esigente verso le concimazioni, in inverno è possibile ammendare con del compost o del concime organico. In primavera invece è consigliato somministrare del concime granulare a lenta cessione per arbusti da fiori. Le somministrazioni indicativamente andrebbero fatte a marzo, giugno e settembre.

Propagazione

In piena estate è possibile prelevare talee dalla Potentilla. La talea ideale è lunga circa 15cm con steli legnosi.

È possibile anche eseguire la propagazione mediante seme ma questa pratica risulta notevolmente più complessa.

Potatura

Non è necessario rimuovere i fiori perché riescono a gestirsi in autonomia, inoltre per la sua natura arbustiva, la Potentilla si presa bene alla potatura fatta per mantenerne la forma.

È però sconsigliato potare prima che la pianta compia i 3 anni di vita, per essere sicuri possa resistere al meglio al trattamento.

Le piante più vecchie vanno potate di un terno della loro crescita totale ogni pochi anni per mantenerle in salute.

La potatura può essere eseguita in qualsiasi momento dell’anno ma è consigliato il mese di settembre per assicurarsi una fioritura ottimale l’anno successivo.

Parassiti

È molto resistente agli attacchi di insetti (anche se a volte si scopre essere soggetta alla sgradita visita da parte degli afidi) e alle malattie. Attenzione però: troppa ombra, mancanza di circolazione d’aria o umidità eccessiva possono causare malattie fungine come la peronospora, l’oidio, la ruggine e le macchie fogliari.

Descrizione

La Potentilla fruticosa ha un fogliame caduco composto da 5 foglioline. Il fogliame varia da verde brillante a verde scuro, con foglie palmate.

La Fioritura avviene a seconda delle varietà da maggio fino ad ottobre.

Sebbene prevalentemente gli arbusti di Potentilla producano fiori gialli singoli, è possibile trovare molte cultivar con variazioni di colore e alcune con fiori doppi. Oltre al giallo i colori che si possono ammirare sono: bianco, arancione, rosa e rosso.

Perenni, arbustive o entrambe?

Se già conoscete questa pianta magari vi sarà capitato di notare che a volte viene riportata come “perenne” ed altre come “arbustiva”, chi sbaglia? Nessuno!

Le Potentille possono essere sia perenni sia arbustive, dipende da che specie si sta osservando. Ecco a voi alcuni esempi! In questo articolo abbiamo parlato delle arbustive, ma sbirciamo un po’ anche le perenni.

Potentille perenni

Fra le perenni troviamo la Potentilla alba, ha rami espansi e foglie pentapalmate, genera foglioline da oblunghe a obovato-lanceolate, lunghe 2-4 cm, verde chiaro sopra, con peli argentei sotto. Sviluppa cime lasse di fiori a piattino, di colore bianco, larghi 2,5 cm. Coltivata per la sua prolungata fioritura, è ideale per bordure o per siepi basse. Le piante erbacee perenni vivono tutto l’anno e sopportano le temperature più rigide, vanno a riposo vegetativo durante la stagione invernale e riprendono la fase di vegetazione all’aumentare delle temperature.

Altra esponente delle perenni è la Potentilla atrosanguinea tomentosa, a foglie tripalmate, verde scuro, lunghe 5-8 cm, con 3-5 foglioline da ovate ad ellittiche oppure obovate, dentate, coperte da peli argentei. Produce pannocchie di fiori a piattino, di colore rosso scarlatto, larghi 3 cm, che sbocciano su steli eretti, sottili e ramificati.

Potentille arbustive

Eccoci invece alle arbustive, fra le quali spicca la Potentilla fruticosa piccoli arbusti a fogliame caduco, che sviluppano foglie pennate, lunghe fino a 4 cm, composte da 5-7 foglioline oblunghe, verde scuro. Producono fiori a piattino, di colore rosa scuro, larghi fino a 4 cm, solitari o in cime di 3, da Maggio ad Ottobre

Descrizione tassonomica

Appartiene alla famiglia delle Rosaceae, il genere Potentilla è abbastanza numeroso, contando circa 200 specie.

Habitat

Queste piante crescono in tutte le regioni temperate e fredde dell’Emisfero Boreale e su rilievi a latitudini più basse. Vi sono due specie diffuse nell’Emisfero Australe.

Sulle nostre Alpi sono diffuse per lo più ovunque, anche ad altitudini notevoli.

Curiosità

Il nome “Potentilla”, deriva dal vocabolo latino “potens” che significa “proprietà curative” e da “illa”, cioè “piccolo fiore”.

Queto perché nell’antichità le si attribuivano proprietà medicinali.

Condividi questo articolo

Articoli correlati