• Edgeworthia chrysantha, la curiosa pianta dei nodi

    Acquista qua la tua Edgeworthia!

    Edgeworthia chrysantha, oggi vi parliamo di lei. Non fatevi spaventare dal nome, non si tratta di una pianta particolarmente complessa, quel nome lo si deve a Michael Pakenham Edgeworth, il suo classificatore!
    È necessario dire però che ha degli aspetti piuttosto curiosi.

    Immaginatevi un profumato contorsionista super resistente e immune da malattie e parassiti.
    Ecco, questo strano personaggio sarebbe sicuramente la versione umana dell’ Edgeworthia chrysantha. Quantomeno speriamo che, se nel mondo esista davvero, abbia un nome più pronunciabile del suo alter ego botanico. Leggi Tutto

  • Mimosa, forza e femminilità!

    Acquista qui la tua mimosa!

     

    Primavera, donne e mimose, ah marzo che gran bel mese.

    Che piacere il mese di marzo! La natura comincia a svegliarsi fino a scivolare verso l’inizio della primavera. L’aria è più calda, più profumata e la voglia di uscire aumenta.

    Si trovano nei parchi i primi fiori che timidamente fanno capolino dal terreno, si sentono i suoni dei bambini che iniziano a tornare a giocare all’aria aperta, si percepisce l’odore delle lunghe giornate da trascorrere fra pic-nic e grigliate. Si toccano con la mano aperta gli steli d’erba verdi e, infine, si vedono uomini alla forsennata ricerca di una mimosa.

    Abbiamo forse rovinato il quadretto? Ma suvvia, infondo si sa, oltre alla primavera a marzo la grande protagonista è la donna con la sua festa e non c’è regalo più classico e rappresentativo della mimosa.

    Come voi ben sapete, noi siamo un vivaio quindi non vi parleremo del solito mazzetto reciso che potete trovare un po’ ovunque, bensì della pianta di mimosa che proprio a marzo raggiunge il suo picco di splendore, l’acacia dealbata. Leggi Tutto

  • Una vera forza della natura, la Tillandsia!

    Acquista qua la tua Tillandsia preferita!

    Avete mai sentito parlare delle Tillandsie?

    Sono delle piante particolari e, quando diciamo “particolari”, lo intendiamo davvero.

    Basti pensare a ciò che nel nostro immaginario costituisce una pianta: terra, radici, fusto, rami, foglie e, qualche volta, anche fiori.

    E adesso invece immaginiamo una pianta che non necessita di terra. Allora la mente si sposta un po’ e magari pensa alle ninfee o ai fiori di loto, le piante acquatiche insomma.

    Ancora non ci siamo. Le Tillandsie non hanno nemmeno bisogno di crescere nell’acqua. Non vi sembra già strano così? Aggiungiamo anche un’altra bizzarria: non hanno radici sotterranee.

    Riuscite ad immaginare una pianta a cui mancano i primi 2 fondamenti che nella mente di ognuno simboleggiano il mondo botanico? Forse si fa un po’ fatica, ma vi assicuriamo che il viaggio fra le Tillandisie è un percorso straordinario che vale assolutamente la pena intraprendere. Rappresentano la forza della natura, certo non nella sua forma più vistosa e spettacolare, ma in una più piccola e aggraziata, tranquilla ma altrettanto tenace.

    Bene, meraviglia in spalla e via con l’avventura! Leggi Tutto

  • Banano ornamentale: come coltivare e curare la pianta di banano

    Non è raro trovare nei nostri giardini delle meravigliose piante di banano, magari che abbozzano qualche timido casco destinato a non maturare. Ciò nonostante, in tutta la nostra penisola diverse varietà di questa pianta si sono diffuse come ornamentali dal tocco esotico. Di recente le piante di banano sono divenute anche un elemento di arredo sempre più in voga per gli ambienti interni di case e uffici.

    Sarete quindi curiosi di sapere come è possibile coltivare una di queste piante e come sceglierle in base alla regione climatica di appartenenza e allo spazio che possiamo destinarle.

    Qui puoi acquistare il tuo banano!

    Leggi Tutto

  • Saccharum officinarum o Canna da Zucchero

    La pianta di Saccharum officinarum conosciuta anche come Canna da zucchero o Cannamele, è una pianta tropicale perenne a portamento cespuglioso, appartiene alla famiglia delle Poaceae (Graminacee) ed è originaria delle regioni indo-malesi. Questa pianta venne portata in Europa dagli Arabi, prima in Spagna nel 700 d.C. e in Sicilia nel 900 d.C., successivamente nel resto dell’Europa.

    Leggi Tutto