Sconto 10% sul primo ordine: iscriviti alla nostra newsletter ed entra nel #clangeorgici Iscriviti ora

Cura delle piante

Diverse specie del genere Asparagus sono comunemente conosciute come “felce asparago”, in particolare l’A. densiflorus.

Sebbene si parli di specie diverse le asparagine prendono il nome di felce per via del loro fogliame verde brillante a trama sfumata. Sono piante perenni, amanti dei climi caldi, imparentate strettamente con gli asparagi da tavola.

Prendersi cura delle asparagine

Esposizione

Le asparagine prosperano nell’ombra screziata ma si abitueranno, andandoci piano, anche a zone più luminose. Vanno però tenute lontane dalla luce solare diretta ed intensa.

Temperatura

Le asparagine sono piante rustiche, se in posizioni protette sopravvivono anche qualche grado sotto lo 0.

Bagnature e umidità

Mantenere idratata un’asparagina richiede un piccolo sforzo, poiché questa pianta prospera grazie all’umidità. Le condizioni di coltivazione indoor di solito riescono a sopperire al bisogno di umidità della pianta senza bisogno di integrazioni.

Se la pianta sembra diventare marrone e cadente, probabilmente ha bisogno di più acqua. La soluzione ideale è, come spesso accade, una nostra vecchia conoscenza: innaffiare quando i primi centimetri di terreno risultano asciutti al tatto.

In generale poi più l’aria dell’ambiente sarà umida e calda più la pianta crescerà rigogliosa.

Substrato

Le asparagine in vaso amano i terreni umidi, sciolti e ben drenanti quando sono in aiuola, in appartamento o in fioriera necessitano di terricci drenanti come One Plus, One e Florenpot.

Concimazione

Utilizzare un concime per piante verdi o un universale, seguendo le dosi riportate in etichetta. Le concimazioni vanno intensificate con il sopraggiungere dell’estate.

Consigliato: Asso di Fiori

Propagazione

È possibile propagare le asparagine tramite i semi trovati all’interno delle bacche, ma il metodo più veloce è scavare e dividere le radici tuberose:

  • In primavera rimuovere la pianta dal vaso;
  • dividere il ciuffo di radici in sezioni con un coltello ben disinfettato, assicurandosi che ogni sezione includa una parte consistente di radici, nonché una parte vegetata con dei germogli in crescita;
  • trapiantare i vari pezzi in vasi individuali. È meglio mantenere la pianta all’ombra fino a che non comincerà la nuova crescita.

Potatura

La felce asparago cresce rapidamente ed è possibile potarla affinché mantenga un aspetto più ordinato, ma nel caso in cui preferiste farla crescere libera non c’è alcun problema.

Rinvaso

Come abbiamo già accennato le asparagine sono piante che crescono rapidamente e le radici tuberose possono facilmente rompere i vasi, per questo motivo è meglio rinvasare con una certa frequenza.

Parassiti

Acari, afidi e cocciniglie amano stare tra le foglie di questa pianta, per sbarazzarsene è bene ricorrere a prodotti specifici.

Problemi comuni con la felce asparago

Sebbene sia relativamente facile da coltivare, la felce asparago presenta un paio di problemi che possono essere facilmente risolti se si riesce a capire cosa li causa.

Foglie gialle

Le foglie delle asparagine diventano gialle se la pianta è sotto l’attacco di parassiti come acari o cocciniglie, oppure se non sta ricevendo abbastanza luce solare. Per risolvere questi problemi è sufficiente controllare la presenza e, in caso, rimuovere i parassiti, oppure posizionarla in una zona con luce più intensa.

Le foglie possono ingiallire anche nel caso di un’eccessiva fertilizzazione.

Foglie marroni

Se la felce asparago sta diventando marrone e sembra in procinto di seccarsi è probabile sia in carenza d’acqua. In questo caso tagliare le sezioni marroni e secche e incrementare le innaffiature.

Foglie che cadono

Una delle problematiche più frequenti con le felci asparago è la caduta del fogliame, che provoca la presenza di aghetti su mensole, pavimenti e tutto ciò che circonda la pianta. Ciò normalmente accade a causa del mancato ritmo d’irrigazione. Nonostante a queste piante non piaccia essere immerse nell’acqua, non amano nemmeno la siccità. Il giusto ritmo d’irrigazione può essere difficile da trovare, soprattutto nei climi più freddi, dove l’aria interna può essere molto secca durante l’inverno.

Solitamente basterà aggiustare un po’ l’alternanza irrigazioni/nebulizzazioni per far tornare la pianta a crescere regolarmente.

La pianta ha steli lunghi e radi

Un’altra problematica comune è che la felce asparago può sviluppare steli molto lunghi nudi nella parte inferiori, non risultando esteticamente valorizzati. Questo a volte può essere causato da poca luce.

I rami spogli dovrebbero essere rifilati alla base e, man mano che crescono nuovi steli, staccare quelli più esterni. Questo indurrà la pianta ad allargarsi piuttosto che ad estendere i lunghi steli già presenti.

Descrizione

L’aspetto morbido e piumoso di queste piante è solo apparenza, infatti nonostante le asparagine sembrino quasi essere lì pronte ad essere accarezzate, in realtà sono piuttosto affilate, è infatti indicato utilizzare dei guanti da giardinaggio per eseguire le operazioni di potatura.

Quando la pianta si trova in condizioni di luce e calore ideali può produrre piccoli fiori seguiti poi da bacche leggermente tossiche. Le bacche possono causare dermatiti, disturbi gastrointestinali.

Se regolarmente rinvasata e ben curata, una felce asparago può avere una vita quasi indefinita come pianta d’appartamento. Se non viene però regolarmente rinvasata e propagata, tuttavia, potrebbe morire nel giro di pochi anni.

Qui in vivaio abbiamo l’Asparagus densiflorus “Sprengeri”, l’Asparagus densiflorus “Myersii” e l’Asparagus falcatus.

Descrizione tassonomica

Le asparagine fanno parte della famiglia delle Asparagaceae. Gli asparaci sono un genere di piante perenni o subarbusti sempreverdi o decidui, a volte rampicanti, con portainnesto tuberoso. Gli steli portano sia foglie poco appariscenti simili a squame che fillocladi più grandi, simili a foglie, con piccoli fiori bianchi o rosati seguiti da da bacche rosse.

Habitat

Provengono dall’Africa tropicale e dall’Asia centro-occidentale.

Le asparagine non sono pet friendly

Non fatevi confondere dal nome che riporta alla memoria gli asparagi che si trovano sulle nostre tavole! Come abbiamo detto in precedenza le bacche sono leggermente velenose per l’uomo, ma lo sono anche per cani e gatti, risultando tossiche se ingerite.

Curiosità

Le “foglie” delle asparagine non sono in realtà delle vere foglie, bensì si tratta di cladodi. Le foglie vere sono squame appena visibili situate vicino alla base dei cladodi.

In apertura abbiamo detto che le asparagine sono parenti stretti degli asparagi da tavola, ma non sono assolutamente la stessa cosa. Le felci asparago e gli asparagi commestibili sono specie diverse all’interno dello stesso genere di asparagi. L’asparago da giardino è Asparagus officinalis, un ortaggio perenne a crescita lenta. Ha un aspetto simile alle asparagine, ma gli steli (parte edibile), vengono raccolti prima che la pianta possa dare il meglio di se in primavera.

Condividi questo articolo

Articoli correlati