Piante da frutto nane per il balcone? È possibile!

Acquistate subito le piante da frutto nane!

Frutta in balcone? Certo che si può!

Arrivate a casa, l’aria della primavera nei polmoni e lo stomaco che brontola.

Eh sì, a chi non è mai capitato di tornare a casa con una gran fame? Però cavolo, la sera è vicina e non è proprio l’ora giusta per mangiare qualcosa di pesante o a cena sarà un problema.

Ci starebbe proprio bene un buon frutto. Se solo vi foste ricordati di fare la spesa, accidenti.

Sarebbe così perfetto poter andare in balcone e in mezzo ai vasi di fiori veder anche, che so, un pesco.

I frutteti però occupano un sacco di spazio e nel vostro appartamento al terzo piano, in mezzo al centro cittadino, sicuramente ve lo sognate.

Ma suvvia, se stiamo scrivendo questo articolo un motivo ci sarà ed è proprio questo: dimenticatevi della spesa e la frutta raccoglietela direttamente sul vostro balcone!

Ok, stiamo esagerando, però è vero che grazie a determinate piante è possibile coltivarsi da sé la frutta in balcone.

 

PIANTE DA FRUTTO NANE

Come ogni ambito anche la botanica progredisce a vista d’occhio e fra le innovazioni vi sono le piante da frutto nane. Queste sono il risultato di innesti: la nostra pianta da frutto preferita viene fatta sviluppare su un “piede” selezionato (il cosiddetto “portainnesto”) che le conferisce un portamento più compatto. Non si tratta perciò di organismi geneticamente modificati. Ciò significa che le proprietà e la salubrità della frutta prodotta non saranno in alcun  modo alterate. I frutti prodotti inoltre mantengono le medesime dimensioni e caratteristiche del frutto standard, pur essendo piante a dimensioni ridotte.

Queste piante solitamente raggiungono gli 80cm massimo 1m, insomma, sono proprio a portata di balcone!

È curioso vedere anche come entrino in produzione fino a 3 anni prima dei normali alberi e le loro produzioni siano maggiori, senza contare che grazie alle dimensioni ridotte sono meno soggette agli attacchi di insetti e parassiti.

Un’altra cosa molto positiva che è sicuramente importante sapere visto che queste piante andranno inserite in un contesto abitativo è che hanno un forte valore ornamentale. A seconda delle stagioni la pianta avrà sempre qualcosa che la renderà molto piacevole: a volte i frutti maturi, a volte i fiori, a volte le foglie colorate con le tinte dell’autunno. Insomma, oltre ad essere fruttifere saranno anche una valida scelta d’arredamento.

 

PRENDERSI CURA DI UN ALBERO DA FRUTTO NANO

Nonostante quello che si possa pensare queste piante non sono complesse ed essendo frutto di innesti sono anche piuttosto resistenti.

Inoltre, qualsiasi sia il frutto che prediligete le cure sono tutte piuttosto simili, cosa che renderà ancora più semplice gestirle nel caso decideste di prenderne più di un esemplare. Non da poco, sono tutte in grado di auto-impollinarsi, così da assicurare, anno dopo anno, la nascita dei frutti.

La coltivazione ideale per queste piante è in vasi e contenitori in balconi e terrazze, preferiscono terreni sciolti e fertili, in posizione soleggiata e parziale ventilazione, tenendo la pianta al riparo nelle stagioni fredde.

ESPOSIZIONE

Come le loro sorelle maggiori anche queste piccole piante da frutto amano il sole. Prediligono quindi zone soleggiate ma al riparo dai venti che potrebbero danneggiare i frutti.

ANNAFFIATURE

Annaffiare regolarmente il terreno della pianta durante i mesi caldi mentre durante il riposo vegetativo, quindi nei mesi freddi, bagnare solo se il terreno è asciutto.

RINVASO

Un’operazione importante da fare quando la pianta crescerà un pochino è quella del rinvaso, possibilmente spostandola in un vaso da almeno 35-40cm di diametro. Un’operazione da fare preferibilmente quando non fa né troppo caldo né troppo freddo e quando non sono in periodo vegetativo, quindi il periodo ideale è la fine dell’Autunno o l’inizio della Primavera.

Perché si senta bene a casa e per scongiurare il pericolo dei ristagni idrici è buona norma sistemare sul fondo uno strato di argilla espansa di circa 5cm. Dopodiché aggiungete uno strato di terriccio, inserite le radici della pianta e aggiungete altro terriccio per riempire il vaso. Fatto tutto questo innaffiate generosamente la pianta per aiutare le radici ad ambientarsi.

CONCIMAZIONE

Quando una pianta viene coltivata in vaso necessita di più attenzioni rispetto a quelle posizionate in piena terra. Questo accade perché non è possibile per loro allungare le radici e cercarsi il nutrimento di cui necessitano nei dintorni, bensì dovranno accontentarsi di quello che trovano nella terra che noi gli forniamo nel vaso.

Per questo motivo la concimazione è fondamentale. Trovate il concime più adatto alle vostre piante nella apposita sezione del nostro eshop. Dosi e modalità di somministrazione sono sempre riportate sull’etichetta del prodotto scelto.

POTATURA

Normalmente, proprio per come sono state studiate, sono piante dalla crescita lenta e limitata quindi la potatura non sarà un’attività intensiva o difficoltosa. È sufficiente intervenire per mantenere una chioma ordinata e magari eliminare i rami che crescono verso l’interno, così da mantenere una buona circolazione dell’aria nella vegetazione.

MALATTIE

In generale sono piante che ben resistono agli “attacchi nemici”, le drupacee (in questo caso ciliegi, peschi e susini) però sono più vulnerabili alle malattie di tipo fungino. Ma in questi casi la pianta non è in pericolo di vita, basta intervenire in tempo! Il verde rame è il prodotto che fa al caso vostro.

 

CHE PIANTA SCEGLIERE?

Indubbiamente la prima caratteristica che deve avere è anche la più basilare: fare un frutto che ci piace. Ma come dicevamo nell’articolo dell’Aglio orsino, noi tutti siamo dei buon gustai, quindi premettiamo che i frutti ci piacciano in egual misura. Che altro parametro usare? Beh, l’unica cosa che ci rimane è conoscere le possibilità che abbiamo e capire quale ci ruba il cuore (o ci fa brontolare lo stomaco, Insomma, ognuno ha i suoi parametri). Diamo quindi subito un’occhiata alle piante che potete trovare da noi!

 

Ciliegio

Partiamo subito con il ciliegio, una pianta dalla fioritura davvero poetica e dall’abbondate produzione di frutti. È infatti, fra gli alberi nani da frutto, una delle piante più fruttifere! Non ama molto l’umidità per via della sua vulnerabilità ai ristagni idrici. Ma d’altro canto non è un’estimatrice neanche della siccità o delle temperature troppo elevate, quindi meglio tenerlo a mente e vedere se si adatta bene alle condizioni del nostro balcone.

Le nostre varietà: Ciliegio nano “Cherry Me” e ciliegio nano “Garden Bing

Entrambe queste varietà producono ciliegie grandi e carnose, di colore rosso intenso. Il Cherry Me andrà a maturazione a metà Giugno mentre il Garden Bing, un pochino prima, verso l’inizio del medesimo mese.

 

Mandorlo

Il mandorlo è una pianta piuttosto rustica, quindi resistente. Il suo punto debole sono le gelate. Di conseguenza, se abitate in zone particolarmente fredde è consigliabile far ricadere la scelta su un’altra pianta. Le mandorle prodotte sono di qualità ottima, possono essere consumate sia quando sono ancora verdi sia dopo averle seccate.

La nostra varietà: Mandorlo nano “Garden Prince

Questo albero nano, produce frutti dal guscio tenero e si adorna con una bellissima fioritura ornamentale. La maturazione dei frutti avviene a Settembre.

 

Melo

Il melo è una pianta resistente e molto longeva, naturalmente preposta a non eccedere nelle dimensioni.

Le nostre varietà: Melo nano “Apple Me” e melo nano “Garden Sun Red

Per questi due tipi di meli abbiamo una forte distinzione già dal sapore dei frutti. Il melo Apple Me produce mele dalla consistenza croccante, succosa e con un punto di acidità che conferisce loro freschezza. La maturazione avviene ad inizio Settembre.

Per quanto riguarda il Garden Sun Red troviamo mele sempre dalla consistenza croccante e succosa ma il gusto è agro-dolce. La maturazione avviene ad inizio Ottobre.

 

Pero

Il pero, rustico e adattabile, è una delle varietà più semplici con le quali potete venire in contatto. Ha una buona produttività ed è molto resistente ai parassiti.

La nostra verietà: Pero nano “Garden Gem Pyred

Produce frutti di colore rosso-ambrato-verde, con polpa bianca, dal sapore dolce ed aromatico. La maturazione dei frutti avviene a Settembre.

 

Pesco

Il pesco non ha particolari note, versatile e semplice da curare. Se proprio vogliamo l’unico appunto che potremmo fare riguarda la concimazione, oltre ai prodotti già consigliati nel paragrafo precedente si potrebbe aggiungere del letame naturale per aiutarla ulteriormente.

Le nostre varietà: Pesco nano “Crimson Bonfire”, pesco nano “Ice Peach”, pesco nano “Peach Me Donut”, pesco nano “Peach Me Red”, pesco nano “Peach Me Yellow

Qua è meglio dividere il paragrafo in sotto-paragrafi, non c’è niente da fare, le pesche sono fra i frutti più apprezzati e ne abbiamo un sacco di varietà! In generale però il pesco cresce meglio se viene tenuto in una posizione un pochino più calda rispetto agli altri.

Crimson Bonfire: produce pesche di colore rosso scuro, molto aromatiche e saporite. La maturazione dei frutti avviene ad Agosto.

Ice Peach (Pesca Ghiaccio): produce frutti dal gusto fresco, aromatico e dolce. I suoi frutti sono di colore bianco-crema, con un alto contenuto di antiossidanti. Nasce dalla fusione di diverse varietà di pesco che gli conferiscono la sua personalità unica. Può essere conservata in frigorifero per un periodo più lungo rispetto alle altre varietà (più di 20 giorni), garantendo un’ottima degustazione senza perderne il gusto. L’epoca di maturazione dei frutti avviene ad inizio Luglio.

Peache Me Donut: produce pesche piatte, molto aromatiche e saporite. La maturazione dei frutti avviene a metà Luglio. Sono note come pesche tabacchiere o saturnine.

Peach Me Red: produce la classica pesca dalla polpa morbida, succosa ed aromatica, carne bianca e consistenza morbida. La maturazione dei frutti avviene a metà Giugno.

Peach Me Yellow: produce la pesca gialla di sempre, dalla consistenza dura, succosa ed aromatica. La maturazione dei frutti avviene a metà Agosto.

 

Pesche nettarine

Queste dolcissime pesche tenderanno, anche nella versione nana, ad essere un pochino più grandi rispetto alle altre, arrivando a toccare i 2m a pieno sviluppo.

Le nostre varietà: Nettarina nana “Garden Beauty” (Pesco noce) e pesco noce nano “Necta Me

La fantastica nettarina  Garden Beauty produce frutti succosi di colore giallo con sopraccolore rosso brillante, polpa gialla dall’aroma dolce ed aspro. La maturazione dei frutti avviene a metà Luglio. Il Necta Me produce nettarine dalla polpa succosa e molto dolce. La maturazione dei frutti avviene a fine Luglio.

 

Susino

Il susino fruttifica molto velocemente, batte sul tempo tutte le altre! Si tratta di una pianta estremamente resistente, perfetta per ogni balcone.

La nostra varietà: Susino nano “Goldust

Produce frutti di colore giallo, dalla polpa zuccherina. La maturazione dei frutti avviene ad Agosto.

 

Ecco la panoramica sugli alberi da frutto che potete tenere comodamente sul vostro balcone. Pensate solo alla soddisfazione di addentare la vostra mela e sapere che l’avete coltivata da voi, avrà sicuramente un sapore ancora più buono!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *