Medinilla magnifica, l’orchidea delle Filippine!

 

La Medinilla magnifica è una pianta davvero particolare.

Tendiamo spesso a dire che una pianta è particolare, ma d’altronde è normale trattandosi di un mondo tanto vario, basta guardarlo con un attimo di attenzione e diventa davvero difficile non stupirsi delle meraviglie che sa creare.

Nel caso della Medinilla magnifica quello che subito colpisce all’occhio è la sua figura: grandi foglie eleganti e dritte da cui partono degli steli rosa al cui apice si trovano degli appariscenti fiori del medesimo colore. Spiegarlo a parole probabilmente non rende, ma guardandola si ha un po’ l’impressione di star guardando qualcosa che, come d’altronde dice il nome, è davvero magnifico. Non ha un aspetto sbarazzino come la pilea, oppure il fascino esotico del banano o ancora i colori del sole del Calicanto. No, ha una bellezza diversa, più malinconica e delicata. Quasi a ricordare i rami del salice piangente che accarezzano uno specchio d’acqua, la magnificenza della Medinilla è incanalata tutta in un portamento quasi raffinato e riguardoso, come se l’avessimo colta nel bel mezzo di un inchino. Uno di quelli un po’ stile film d’altri tempi, dove la principessa alza gli angoli della sua gonna vaporosa mentre leggermente si inchina al suo principe per poi cominciare a danzare in un grande salone.

Non ci rimane altro da dire, oltre a: un due tre, che le danze abbiano inizio!

MEDINILLA MAGNIFICA

La Medinilla magnifica è originaria delle Isole Filippine. È facile trovarla nelle foreste piovose nelle zone tropicali dell’Africa, del sud-est asiatico e dalle isole del Pacifico.

È un genere composto da circa 375 specie di sempreverdi, cespugli e rampicanti. La Medinilla magnifica si distingue indubbiamente per la sua fioritura primaverile: come accennavamo prima infatti i suoi fiori sono grandi e rosa con portamento ricadente. Mentre le foglie che coprono gli steli, sono anch’esse di grandi dimensioni (possono raggiungere i 30cm di lunghezza) sono lucide, spesse, dai bordi ondulati e profondamente venate.

È sicuramente una delle piante fiorite più eleganti che potrete coltivare in casa! Per avere un’idea basti pensare non solo al suo nome, ma anche ai nomi comuni che le sono stati dati: uva rosa, orchidea delle Filippine, lanterna rosa e albero candeliere. Tutti nomi molto evocativi di una pianta tanto bella.

Da centinaia di anni la Medinilla magnifica viene commercializzata come pianta da appartamento esotica. In particolare era molto apprezzata dalla nobiltà belga.

Raggiunge un’altezza di circa 100/120cm e in natura è un’epifita, ciò significa che cresce su altre piante più grandi.

 

PRENDERSI CURA DELLA MEDINILLA MAGNIFICA

Come ben si addice ad una principessa questa pianta d’appartamento ha delle necessità piuttosto definite a cui è necessario prestare attenzione se la si vuole far crescere al meglio.

Niente di troppo impegnativo, basterà soltanto un pochino d’attenzione!

ESPOSIZIONE

La Medinilla ama la luce del sole e può essere tenuta sotto i raggi diretti, in estate però, quando il sole diventa veramente caldo è meglio spostarla in posizioni più ombreggiate.

 

TEMPERATURE

La sua temperatura ideale si aggira dai 15°C in su. Quando la temperatura supera i 25°C è il momento di mettere al riparo la pianta.

 

ANNAFFIATURE

L’umidità è fondamentale affinché la Medinilla magnifica possa crescere in salute. Anche le bagnature devono essere piuttosto frequenti, in particolar modo durante i periodi di fioritura non bisogna mai lasciare asciugare il terreno. Invece durante il riposo vegetativo si può abbassare un po’ la guardia, dandole da bere soltanto quando necessario.

Inoltre è bene vaporizzarle le foglie, questo aiuterà a proteggerla dall’attacco del ragnetto rosso.

 

TERRENO

Il terreno ideale è composto da un mix di torbe.

 

CONCIMAZIONE

Fertilizzare con un concime liquido ogni due settimane dopo l’apertura dei boccioli e fino alla loro sfioritura.

 

MOLTIPLICAZIONE

A differenza della Pilea peperomioides di cui abbiamo parlato settimana scorsa, la Medinilla magnifica non è affatto facile da moltiplicare. Se proprio si vuole tentare una propagazione domestica la via da seguire è quella della talea ma è comunque preferibile acquistare esemplari giovani e iniziare con loro a crescere una nuova pianta.

 

POTATURA

Dopo la fioritura è possibile potare i rami danneggiati o non desiderati al fine di tenerne sotto controllo le dimensioni.

 

Cosa ne dite? Siete pronti a spezzare un po’ il verde delle classiche piante d’appartamento con questa super rosa Medinilla magnifica?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *